Spazio Europa è l’area dedicata alla promozione e alla realizzazione di progetti europei per la mobilità giovanile.

Attività e servizi offerti

L’attività dell’area è volta a:

  • promuovere la mobilità giovanile internazionale
  • progettare azioni di scambio, volontariato e mobilità internazionale
  • formare gli aspiranti volontari e i partecipanti ai programmi di mobilità
  • gestire le attività dei volontari S.V.E. in partenza e in accoglienza

Opportunità formative e lavorative e degli strumenti di scambio culturale previsti in ambito comunitario:

Progetto Erasmus

In questa sezione, viene proposto un approfondimento sul più noto e capillare programma europeo per la mobilità in Europa soprattutto dei giovani, Erasmus+.

Visita il sito Erasmus+ 

Servizio Volontario Europeo SVE

Queste sezione è dedicata al Servizio Volontario Europeo (SVE), un’esperienza arricchente per i giovani che hanno la possibilità di svolgere un periodo di volontariato in un paese straniero.

Visita il sito Servizio Volontario Europeo

Servizio Civile all’estero

L’articolo 9 della legge 6 marzo 2001, n. 64 istitutiva del Servizio Civile Nazionale, prevede che i giovani volontari possano prestare la propria attività anche presso enti e amministrazioni operanti all’estero. Il Servizio civile è un’opportunità per i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni e li impegna per un anno solare presso enti operanti nei settori dell’assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale. Lo svolgimento del Servizio civile all’estero offre ai giovani una occasione unica di crescita ed arricchimento personale e professionale e rappresenta uno strumento particolarmente efficace per diffondere la cultura della solidarietà e della pace tra i popoli.

I bandi di Servizio Civile all’estero – che vengono valutati dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile – hanno cadenza annuale e normalmente vengono banditi insieme a quelli per l’Italia. I giovani che desiderino partecipare possono aderire ai progetti presentati dagli enti o associazioni del territorio.

Per restare informati si consiglia di consultare comunque il sito nazionale del Servizio Civile.

Progetto Leonardo

Il Programma settoriale Leonardo da Vinci è inserito nell’ambito del più ampio Programma per l’Apprendimento Permanente 2007 – 2013, istituito con Decisione del 15.11.2006 (n. 1720/2006/CE) e, in linea con i suoi obiettivi generali, è rivolto a:

  • sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell’acquisizione e utilizzo di conoscenze, competenze e qualifiche per facilitare lo sviluppo personale, l’occupabilità e la partecipazione al mercato del lavoro europeo;
  • sostenere il miglioramento della qualità e dell’innovazione nei sistemi, negli istituti e nelle prassi di istruzione e formazione professionale;
  • incrementare l’attrattiva dell’istruzione e della formazione professionale e della mobilità per datori di lavoro e singoli ed agevolare la mobilità delle persone in formazione che lavorano.

In questa nuova fase Leonardo presenta un’articolazione basata su diverse tipologie di azione che, per quanto specifiche, sono accomunate dall’obiettivo di proporre interventi basati su un’elaborazione progettuale composita e improntata a requisiti di qualità:

  • Mobilità degli individui (tirocini e scambi);
  • Progetti multilaterali di trasferimento dell’innovazione e progetti multilaterali di sviluppo dell’innovazione;
  • Reti tematiche di esperti e organizzazioni centrati su temi specifici;
  • Partenariati multilaterali centrati su temi di reciproco interesse dei partner;
  • Visite preparatorie finalizzate supportare l’incontro tra organismi potenzialmente partner in vista della presentazione di nuove candidature.

Visita il sito: Programma Leonardo.it

Ospitalità in famiglie

Partecipare a uno dei programmi di ospitalità di Intercultura significa accogliere in casa propria uno studente proveniente da uno degli oltre 50 Paesi con cui Intercultura ha attivo un programma di scambio.

  • La famiglia accoglie il giovane come un vero e proprio figlio, inserendolo nella propria vita quotidiana e offrendogli vitto e alloggio. Intercultura non riconosce alcun compenso alle famiglie ospitanti: le famiglie che aderiscono al programma lo fanno sulla base dell’interesse a vivere uno scambio interculturale attraverso la condivisione di un’esperienza familiare.
  • I ragazzi partecipanti sono stati selezionati e preparati da una delle associazioni partner di Intercultura all’estero. Di norma hanno 15-17 anni e in Italia hanno l’obbligo di frequentare la scuola pubblica.
  • I volontari di Intercultura, che operano nei Centri Locali di tutta Italia, provvedono non solo alla selezione, alla preparazione e all’assistenza delle famiglie ospitanti, ma anche all’organizzazione generale del programma e all’inserimento a scuola. Durante l’anno inoltre seguono l’esperienza dello studente e organizzano nei Centri Locali diverse attività educative e ricreative.
  • Da dove vengono? Quanti sono? Quanto si fermano?
    Il programma di ospitalità più completo offerto da Intercultura è della durata di 10 mesi e consente al giovane straniero, oltre alla frequenza dell‘intero anno scolastico, un pieno e fruttuoso inserimento nella comunità locale e familiare.

Per maggiori info collegarsi al sito Intercultura